Corrado "NightGaunt" Giustozzi

Curriculum Vitæ

Aggiornato a dicembre 2011

Sono nato a Roma nel 1959. Ho iniziato la mia carriera come giornalista scientifico esperto di informatica, ma ormai da molti anni sono soprattutto consulente e docente di sicurezza delle informazioni.

Ho cominciato ad occuparmi professionalmente di computer nel 1978 lavorando sui grandi sistemi dell'epoca ("mainframe"). Sono stato poi coinvolto fin dall'inizio nel fenomeno della "rivoluzione del personal computer" della quale ho vissuto tutte le fasi in prima persona. Ho iniziato a collaborare continuativamente a riviste di informatica sin dal 1979 continuando altresì a svolgere parallelamente l'attività di consulente di informatica, che ho abbandonato nel 1992 per dedicarmi esclusivamente alla professione giornalistica e all'approfondimento delle mie conoscenze sulla sicurezza informatica. Nel 1999 ho lasciato l'editoria e sono tornato sul mercato dei servizi professionali proponendo la mia esperienza nella crittografia e nella sicurezza informatica, che ho maturato sin dal 1985 all'interno del gruppo di lavoro che ha fondato e sviluppato MC-link.

I miei principali settori di interesse sono: information security nelle organizzazioni complesse; crimini ad alta tecnologia e loro contrasto; crittografia e tecniche di intelligence e counterintelligence elettronica; informatica forense ed indagini tecnologiche; analisi delle vulnerabilità e modalità di protezione delle infrastrutture critiche in ambito homeland security; aspetti giuridici, sociali e culturali di rischio nell’uso delle nuove tecnologie.

Sono stato direttore tecnico e vicedirettore della rivista MCmicrocomputer (edita da Technimedia fino al marzo 1999 e da Pluricom in seguito) con la quale ho collaborato dalla sua fondazione nel 1981 sino a gennaio 2000, pubblicando articoli sia di approfondimento tecnico che di divulgazione scientifica; ho curato inoltre alcune rubriche fisse fra cui una di giochi intelligenti al calcolatore che è stata pubblicata ininterrottamente dal 1985 al 2000.

Ho contribuito a fondare la rivista Byte Italia (edita da Technimedia fino al marzo 1999 e da Pluricom in seguito), dapprima nata come edizione italiana della storica BYTE americana (McGraw-Hill) ma in seguito divenuta una rivista tutta italiana. Di Byte Italia sono anche stato direttore dal primo numero sino alla sospensione delle pubblicazioni nell'ottobre 1999.

Sono stato uno dei responsabili del progetto e della realizzazione della prima "rivista telematica interattiva" italiana, ovvero MC-link (Technimedia, 1986), che è oggi uno dei principali ISP italiani.

Ho collaborato dal 2004 al 2011 con la rivista Internet Magazine sulla quale ho curato una rubrica fissa di sicurezza della Rete. Dal 2012 ho iniziato a collaborare con Punto Informatico con un osservatorio personale sulla sicurezza.

Sono coautore del primo volume monografico sulla programmazione ad oggetti pubblicato in Italia: OOP - La programmazione degli anni '90 (Technimedia 1991).

Ho scritto i primi corsi in Italia di linguaggio C e di linguaggio C++, entrambi pubblicati a puntate su MCmicrocomputer negli anni '80 e '90.

Ho partecipato come esperto ai primi seminari internazionali sulla programmazione OOP tenuti al mondo ("OOP World Tour", Borland International, 1990, 1991, 1992).

Svolgo un'intensa e costante attività di divulgazione culturale delle problematiche relative alla sicurezza delle informazioni collaborando a trasmissioni televisive e radiofoniche. Tengo frequentemente conferenze pubbliche e seminari specialistici sugli stessi temi presso università, enti ed associazioni, aziende.

Le trascrizioni di quattro lezioni che ho tenuto presso il Corso di Laurea in Filosofia dell'Università di Roma "La Sapienza", cattedra di Filosofia della Scienza, sul tema "I falsi parallelismi tra modelli della mente e modelli della macchina" sono state pubblicate nel volume Cervello e Computer (Lithos, 1997).

Sono coautore del libro Segreti Spie Codici cifrati - La storia, le tecniche, gli aspetti giuridici della crittografia (Apogeo 1999). Si tratta del primo volume italiano di ampio respiro sulla crittografia, nel quale sono trattati non solo gli aspetti tecnici di questa materia ma anche e soprattutto quelli storici, politici e sociali, con particolare riferimento alla situazione normativa e legale italiana.

Sono coautore del libro Sicurezza e privacy in azienda - Gli aspetti tecnici, psicologici e giuridici (Apogeo 2001). È il primo volume italiano sul computer crime destinato in modo particolare a coloro i quali in azienda si occupano di sicurezza e privacy e devono affrontare il problema nei suoi vari aspetti: quello tecnologico, quello psicologico e quello legale.

Sono autore del libro La sindrome di Fort Apache - La sicurezza delle informazioni nella società postindustriale (Monti & Ambrosini 2007) nel quale espongo la mia visione di come la sicurezza delle informazioni svolga un ruolo fondamentale nella nostra epoca.

Sono Perito del Tribunale Penale di Roma in materia di criminalità informatica.

Ho collaborato in varie occasioni con il Comando Generale - Ufficio Informatica e con il Reparto Operativo Speciale dell'Arma dei Carabinieri come consulente tecnico per lo svolgimento di indagini nell'ambito della criminalità informatica.

Faccio o ho fatto parte dei comitati scientifici:

Sono o sono stato professore a contratto di:

Posseggo le certificazioni:

Sono o sono stato membro con diritto di voto di:

Sono socio di:

Ho ricevuto i seguenti riconoscimenti:

Sono anche:

Al di fuori della mia professione principale mi interesso di molte altre cose, tra cui: musica al calcolatore, grafica in ray-tracing, intelligenza artificiale, simulazione, realtà virtuale, storia del calcolo automatico; ed in generale di tutte le applicazioni del calcolatore alle arti liberali ed alle discipline umanistiche. Dopo dieci anni di pausa sono anche recentemente tornato ad una mia antica passione, la fotografia, soprattutto architettonica e paesaggistica.

Come ludologo, inoltre, mi sono sempre occupato di giochi d’intelligenza, di parole, enigmistici, logici e matematici, di ruolo, di simulazione; dell’applicazione del computer alla ludolinguistica; di grafica frattale e ray-tracing; di fantascienza.

In tale veste ho partecipato, col ruolo di conferenziere o di esperto, a varie edizioni delle principali manifestazioni ludiche nazionali tra cui: Gradara Ludens, Estategiochi, Expo Cartoons, Festival Italiano dei Giochi, Invito alla lettura. Ho anche partecipato al LXI Congresso Nazionale di Enigmistica Classica (Assisi, 2003) presentando una relazione invitata su Enigmistica e Computer.

Sulle pagine di MCmicrocomputer ho condotto ininterrottamente per quindici anni (dal 1985 al 2000) la rubrica Intelligiochi, storico punto di incontro di un’intera generazione di appassionati di informatica ludica.

Ho collaborato con l'Istituto della Enciclopedia Italiana realizzando il modulo di giochi linguistici dell'edizione in CD-ROM del Vocabolario Treccani (1998).

Ho realizzato e messo in linea il primo server Internet di generazione di anagrammi a frase in lingua italiana, il Motore Anagrammatico del Gaunt (1996).

Ho collaborato come supervisore scientifico o come consulente speciale alla traduzione e all'adattamento in italiano dei dialoghi di film di fantascienza di grande successo quali Johnny Mnemonic (1995), The Net (1995), The Hitch-hiker's Guide to the Galaxy (2005).

Per maggiori informazioni puoi consultare:

La runa del Gaunt

Ultima modifica: 25 marzo 2012
Visitatori dal 26 gennaio 1996: 23,431

Vai alla Pagina del Gaunt
Vai alla Pagina dei Commenti

Copyright © 1995-2012 Corrado Giustozzi